ANCILLOTTI + FIL DI FERRO + HYPERBLAST – THE LEGACY OF ROCK – 18-05-2018

Written by on May 20, 2018

Share on

LIVE REPORT ANCILLOTTI + FIL DI FERRO + HYPERBLAST

18-05-2018 – Kraken Pub – Milano

Il nostro paese può vantarsi di detenere eccellenze in molti ambiti artistici: letterario, architettonico, pittorico, ecc. soprattutto nello sfaccettato panorama musicale precisamente nel ramo della nostra amata musica rock, tiene su un piedistallo band di altissimo livello. Stasera avremo il piacere di ascoltarne un paio, si tratta dei mitici “ANCILLOTTI” capitanati dal possente Daniele “Bud” Ancillotti e gli storici “FIL DI FERRO” di Michele De Rosa, accompagnati dagli emergenti HYPERBLAST. Il Kraken Pub è un locale piccolo e accogliente, nell’attesa il pubblico può accomodarsi a mangiare e bere una buona birra, e, in seguito accedere all’area concerto situata al piano di sotto.

Si ringrazia: Etrurian Legion Promotion, Kraken Pub

HYPERBLAST

A rompere il silenzio ci pensano gli HYPERBLAST, fondati a Pavia nel 2015 dai cugini Simone e Andrea dopo lo scioglimento degli Over Studs, ai quali si aggrega il chitarrista/cantante Gianluca e in seguito Federico già batterista dei Forgery System. Per la gioia dei primi arrivati, attaccano senza indugi con “Nuclear Pest Control” dimostrando subito di che pasta sono fatti, ovvero il solidissimo impasto del thrash metal, composto dai taglienti riff e assoli a opera di Gianluca e Andrea, cementati dalle rocciose linee di basso di Simone e compressi dai colpi di piatti e pelli del martellante Federico. Gianluca si dimostra anche un vocalist dal timbro pulito ma graffiante, che si sposa benissimo col sound grezzo tipicamente old school generato da questo giovane quartetto. Dimostrando una buona coesione sia tra loro che con i presenti, bruciano un pezzo dopo l’altro riscuotendo buoni consensi, eseguendo il primo EP “Nuclear Pest Control” uscito l’anno scorso più dei pezzi inediti, due dei quali purtroppo vengono tagliati a causa di ritardi sulla tabella di marcia, terminando infine con “Anal Fury”. Decisamente un’esibizione breve quanto intensa, per loro il cammino è ancora lungo ma hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola, le capacità e l’attitudine per proseguire diretti, rimaniamo in attesa di news dato che sono al lavoro su nuovo materiale, promossi a pieni voti.

LINE-UP:
Gianluca Bolsieri – Vocals/Guitar
Andrea Rebecchi – Guitar
Simone Zamproni – Bass
Federico Fava – Drums

SETLIST:
1 – Nuclear Pest Control
2 – Justice Rifle
3 – Unforgettable Fire
4 – Sacred Torment
5 – Alkoholik Habiz
6 – Anal Fury

FIL DI FERRO

Il metallo ovviamente è il filo conduttore della serata e ora si incarna nei FIL DI FERRO, storica band heavy metal targata made in Italy fondata nel 1979 a Torino dal batterista Michele De Rosa e dal bassista Bruno Gallo Balma. Durante la loro carriera hanno subìto molti cambi di formazione ma il filo non si è mai spezzato ed eccoli impadronirsi del palco irrompendo con “Get Ready” carichi d’energia. Sin dalle prime note il sapore del metallo classico inizia a dilagare, inebriando i presenti che nonostante siano ancora pochi iniziano a esaltarsi, esattamente come i nostri veterani che pezzo dopo pezzo macinano quintali di metallo: Gianluca è una fabbrica di riff e assoli micidiali a ciclo continuo, Gianni al basso spara raffiche di note perforanti, mentre alla batteria abbiamo il pilastro portante Michele, ruggente motore propulsore che picchia su piatti e pelli senza perdere un colpo. Attenzione uomini perché abbiamo a che fare con una front-woman di tutto rispetto, la fiammeggiante Paola che tiene in pugno i presenti grazie al suo carisma, lei ha veramente le corde vocali di fil di ferro, canta sia con toni gravi e profondi sia acuti e spiazzanti con grande padronanza. Si vede chiaramente che tra loro c’è molta complicità e anche l’interazione col pubblico è notevole, tanto che Gianluca durante “Shadows” suona mischiandosi ai fans, che rispondono con sonori applausi a ogni canzone sino alla conclusiva “It Will Be Passion”, dopodiché i torinesi possono congedarsi con fierezza lasciando il palco agli headliner della serata.

LINE-UP:
Paola Goitre – Vocals
Gianni Castellino – Bass
Gianluca Uccheddu – Guitars
Michele De Rosa – Drums

SETLIST:
1 – Get Ready
2 – Licantropus
3 – Ambush
4 – Over The Light
5 – Shadows
6 – King Of The Night
7 – It Will Be Passion

ANCILLOTTI

Amanti dell’heavy metal siamo giunti al momento cruciale, gli ANCILLOTTI dopo un ultimo settaggio degli strumenti sono pronti a partire alla ribalta, accolti molto calorosamente esordiscono con “Fight” dando ai fans una scossa immediata. I nostri tosco-romagnoli non sono una comune band ma possono definirsi una “family-band”, in quanto il chitarrista Sandro “Bid” e il batterista Brian sono rispettivamente fratello e figlio del cantante Daniele “Bud”, inutile dire che tra loro regna una perfetta alchimia, il loro entusiasmo si propaga tra i fans che cantano e scapocciano a ogni canzone. Dalla formazione nel 2009 hanno all’attivo i due dischi “The Chain Goes On” e “Strike Back” da cui eseguiranno cavalli di battaglia come “Victims Of The Future”, “Living For The Night Time”, “The Hunter”, “Burn, Witch, Burn” e altre scatenando il delirio. Tutti i componenti sono ingranaggi ben oliati di una potente macchina da concerto, Luciano “Ciano” è un uragano di riff e assoli devastanti, Sandro “Bid” al basso è un cuore pulsante di note che rimbombano nelle viscere, il giovane Brian tiene sempre premuto l’acceleratore, assestando colpi d’ascia sulla malcapitata batteria con grande tenacia. Nonostante la loro bravura e presenza scenica, i fans pendono dalle labbra del mastodontico Daniele “Bud”, che non ha bisogno di presentazioni in quanto intramontabile frontman della leggendaria “Strana Officina”, che con immensa grinta e determinazione tiene i fans in una morsa letale, continuando ad incitarli innescando pogate e costante headbanging. Inoltre riescono a incastrare nella setlist gli inediti “Firewind” e “Till The End”, dai quali si capisce che il futuro album sarà di ottima fattura, e, con “Bang Your Head” concludono la prima parte dello show accompagnati dall’ennesimo coro di rito. Pochi minuti per riprendersi e tornano per il rush finale con la doppietta distruttiva “Legacy Of Rock” e “Warrior”, terminando una performance adrenalinica che ha pienamente soddisfatto i cuori e i timpani dei presenti, che col poco fiato rimasto incitano ancora i loro beniamini, i quali ringraziando si ritirano a testa alta per aver difeso l’onore dell’heavy metal italiano, consacrando il loro posto sul piedistallo.

È stata una serata davvero entusiasmante, vivissimi complimenti a tutte le band augurandogli il meglio per il futuro, un ringraziamento particolare all’Etrurian Legion Promotion e allo staff del Kraken Pub per aver organizzato questo fantastico evento. Alla prossima!

LINE-UP:
Daniele “Bud” Ancillotti – Lead Vocals
Luciano “Ciano” Toscani – Guitar
Sandro “Bid” Ancillotti – Bass
Brian Ancillotti – Drums

SETLIST:
1 – Fight
2 – The Beast Is Rising
3 – The Hunter
4 – Immortal Idol
5 – To Hell With You
6 – Victims Of The Future
7 – Burn, Witch, Burn
8 – Firewind (inedita)
9 – Living For The Night Time
10 – Till The End (Inedita)
11 – Lonely Road
12 – Bang Your Head

ENCORE:
13 – Legacy Of Rock
14 – Warrior


Share on

Reader's opinions

Leave a Reply


Current track
Title
Artist