LA “SUPERSONIC BLUES MACHINE” ARRIVA AL CARROPONTE – 16/07/2018

Written by on July 18, 2018

Share on

LIVE REPORT SUPERSONIC BLUES MACHINE

16-07-2018 – Carroponte – Sesto San Giovanni (MI)

Il Carroponte è un’importante location di eventi musicali, stasera è pronto a ricevere una vera e propria ondata blues portata dai SUPERSONIC BLUES MACHINE, trio americano forte della pubblicazione del secondo lavoro “Californisoul” uscito l’anno scorso. Quando aprono i cancelli le persone in coda sono solo una ventina e si posizionano subito al palco laterale, non essendoci una band di supporto la gente si rifocilla nell’area ristoro, ma quando si avvicina l’inizio del concerto si raggruppano tutti raggiungendo un buon numero, anche se limitato rispetto alla reale capienza dell’area.

Verso le 21,30 la tensione comincia a salire e quando i S.B.M. fanno il loro ingresso vengono accolti molto calorosamente, si armano degli strumenti e partono sulle note di “I Am Done Missing You” accendendo l’atmosfera. In alcune canzoni vantano la collaborazione con mostri sacri del blues come Eric Gales, Robben Ford, Walter Trout, Steve Lukather e altri, infatti sul palco non mancheranno degli ospiti speciali, a cominciare proprio dal primo pezzo dove il grandioso Fabio Treves detto “il puma di Lambrate” della Treves Blues Band fa da accompagnamento con l’armonica, e, in seguito tornerà per il brano “L.O.V.E.”. Purtroppo il cantante-chitarrista Lance Lopez non è presente, comunque il suo sostituto si dimostra molto professionale, tecnicamente preparato e dotato di una vocalità calda e vibrante, le sue note si abbinano a quelle del secondo chitarrista (session member) intrecciandosi in un tessuto blue avvolgente, passando da ritmi più soft ai più coinvolgenti a seconda dei pezzi. La band ha un componente italiano di nome Fabrizio Grossi, talentuoso bassista che con fluide note amalgama perfettamente il sound, usando sia suoni corposi che distorti, inoltre assieme al secondo chitarrista danno un apporto vocale in alcuni ritornelli, tutto ciò oltre al supporto di un paio di coriste. Kenny Aronoff sfodera tutta la sua grinta su piatti e pelli dando a ogni pezzo una marcia in più, sfociando pure in un breve ma intenso assolo, infine a condire questa colorata miscela ci pensa un altro session member alle tastiere. Complessivamente sul palco regna una buona sinergia, anche l’interazione col pubblico non manca mai, il quale partecipa con entusiasmo e compostezza incantato dalla magia del blues, ma ora è il momento di un grande ospite a sorpresa, si tratta del chitarrista Stef Burns noto soprattutto per la lunga militanza con Vasco Rossi e in passato con Alice Cooper, esalta i presenti sfoggiando il suo estro durante “Let It Be” e “Hard Times”. Attenzione amanti del blues!!! È arrivato il momento cruciale, sta per entrare in scena l’ospite più atteso in assoluto, annunciato con tanta devozione da Fabrizio Grossi, direttamente dal Texas abbiamo l’onore di avere Billy F. Gibbons leggendario chitarrista degli ZZ Top. L’inconfondibile barba lunga, occhiali da sole, cappellino a fronzoli, giacca nera e pantaloni neri con motivi floreali e…. una chitarra pronta a ruggire, accolto con urla e applausi non appena attacca con il suo grande successo “La Grunge” incendia il Carroponte. Con Billy lo show prosegue fino alla fine, eseguirà i pezzi dei S.B.M. con cui ha collaborato, cover di altri artisti concludendo con un altro suo evergreen “Sharp Dressed Man”, il pubblico è in totale estasi nel vederlo suonare in modo magistrale, la sua vocalità è calda e graffiante e detiene una tenuta di palco vivace e ironica. Infine dopo qualche minuto di pausa la “blues family” si riunisce al completo per suonare un altro paio di cover, “Got My Mojo Working” di Ann Cole e “Going Down” di Moloch per un gran finale. Il pubblico sommerge di applausi la band e tutti gli ospiti, i quali ringraziano di cuore ritirandosi a testa alta per aver fatto respirare l’inconfondibile atmosfera blues, che aleggerà al Carroponte per molto tempo.

Ringraziamo vivamente la Barley Arts, la Mascot Label Group e tutto lo staff del Carroponte per aver organizzato questo fantastico evento, complimenti ai Supersonic Blues Machine e ai graditissimi ospiti per l’ottima esibizione che ha conquistato ogni singolo spettatore. Alla prossima!

LINE-UP:
Lance Lopez – Vocals/Guitars
Fabrizio Grossi – Bass
Kenny Aronoff – Drums

Ospiti:
Billy F. Gibbons – Vocal/guitar
Fabio Treves – Armonica
Stef Burns – Guitar

SETLIST:
1 – I Am Done Missing You (con Fabio Treves)
2 – I Ain’t Fallin’ Again
3 – Remedy
4 – L.O.V.E. (con Fabio Treves)
5 – Watchagonnado
6 – The Stranger
7 – Bad Boys
8 – Can’t Take It No More
9 – Elevate
10 – Let It Be (con Stef Burns)
11 – Hard Times (con Stef Burns)
12 – La Grange (ZZ Top cover con Billy F. Gibbons)
13 – Broken Heart (con Billy F. Gibbons)
14 – Dust My Broom (Robert Johnson cover con Billy F. Gibbons)
15 – Running Whiskey (con Billy F. Gibbons)
16 – Sharp Dressed Man (ZZ Top cover con Billy F. Gibbons)

Encore:
17 – Got My Mojo Working (Ann Cole cover, tutti insieme)
18 – Going Down (Moloch cover, tutti insieme)


Share on

Current track
Title
Artist