LIVE REPORT: MetalItalia.com Festival 2018 – DAY2

Written by on September 25, 2018

Share on

METALITALIA.COM FESTIVAL 2018 – DAY 2:
CANDLEMASS + TIAMAT + NOVEMBRE + FORGOTTEN TOMB +
DOOL + DOOMRAISER + CARONTE + NIBIRU
live @ Live Music Club, Trezzo Sull’Adda (MI)
– domenica 16 settembre 2018 –

Live Report by Michele Bertoli (Dj Mike)

Gallerie fotografiche a cura di Luna La Chimia Photographer

Si ringrazia: Eagle Booking – Save Buchannon – Metalitalia.com – Vertigo – LIVE MUSIC CLUB

 

NIBIRU

Inizia la seconda giornata del MetalItalia.com Festival con i NIBIRU, band alternativa e psichedelica. I ritmi, molto lenti e cadenzati, imprimono potenza e oppressione su tutto il pubblico. Lo show prosegue sulle stesse atmosfere come un mantra che viene tramandato da persona a persona tra i presenti. Sul palco è presente una figura oscura ai timpani, il Boia, che sprigiona un alone di oscurità diretto ovunque. Un pezzo dopo l’altro la potenza diventa ipnosi e si rimane a bocca aperta a godersi i NIBIRU, fino all’ultimo respiro.

SetList:

  1. Oroch
  2. Krim
  3. Apsara

NIBIRU Lineup:

  • Ardat – Guitar/Voice/PercussionS
  • Ri – Bass/Drones/Sinthesizers
  • L.C. Chertan – Drums

foto: Luna La Chimia

CARONTE

Altare con candele da perfetto rituale ad accogliere i CARONTE on stage con il loro Shamanic Doom. I ragazzi di Parma hanno una bella energia cadenzata che viene sparata sulla platea, che inizia a riempirsi. Dorian e soci attraggono e il pubblico, in perpetuo movimento, che è in completa simbiosi con gli artisti. La prestazione sale di livello, brano dopo brano, evidenziando un buon modo di comunicare del frontman Dorian. Tutta la band da il massimo e la gente apprezza!!! In questo concerto c’è il battesimo del nuovo entrato in Lineup (solo live), Asher alla chitarra (batterista dei Forgotten Tomb).

SetList:

  1. Wakan Tanka Riders
  2. Ode to Lucifer
  3. Abraxas
  4. The Moonchild
  5. Black Gold

CARONTE Lineup:

  • Dorian Bones – Voice
  • Tony Bones – Guitar
  • Henry Bones – Bass
  • Mike De Chirico – Drums
  • Asher – Guitar

foto: Luna La Chimia

DOOMRAISER

Puro DOOM metal per gli abitanti di Eternal Doom City. La musica dei DOOMRAISER risulta molto più fruibile rispetto a quella dei gruppi precedenti, che hanno lasciato in tutti noi una sensazione di pesantezza. Lo spirito musicale dei DOOMRAISER si ripercuote sugli spettatori che partono di headbanging sui potenti accenti scanditi da Pinna alla batteria. Cynar strepitoso interprete di ogni pezzo con la sua voce morbida, ma potente allo stesso tempo. Montagna e El Grigio alle chitarre sono un muro sonoro devastante, che rinforzano la già potentissima sezione ritmica condotta in modo magistrale da BJ al basso e il già citato Pinna alla batteria. Ottima prestazione!!!

SetList:

  1. Like a ghost
  2. Chimera
  3. The dark age of old Europa
  4. Another black day under the dead sun
  5. Rotten river

DOOMRAISER Lineup:

  • Cynar – Voice/Synth
  • Montagna – Guitar
  • El Grigio – Guitar
  • BJ – Bass
  • Pinna – Drums

foto: Luna La Chimia

DOOL

Salgono sul palco i DOOL, con un bel Dark Rock, e le giuste dinamiche tornano protagoniste. Melodie dalla grande oscurità si fondono a quelle chiare per un concentrato di grande gusto, originalità e tanta voglia di fare buona musica. Non manca quella parte, molto ben curata, di noise nei punti giusti. Finalmente la platea si riempie per supportare al meglio questi giovani, che fanno divertire e ballare. I pezzi sono ben strutturati e la prestazione live è di alto livello.

SetList:

  1. The Alpha
  2. Golden Serpents
  3. She Goat
  4. God Particle
  5. Darkest Hour
  6. Vantablack
  7. Love Like Blood
  8. Oweynagat

DOOL Lineup:

  • Ryanne van Dorst – Voice/Guitar
  • Micha Haring – Drums
  • JB van Der Wal – Bass
  • Reinier Vermeulen – Guitar
  • Nick Polak – Guitar

foto: Luna La Chimia

FORGOTTEN TOMB

Un bel Black/Doom/Sludge Metal per i FORGOTTEN TOMB di Piacenza. Potenza ben miscelata ad una buona presenza sul palco. Le cupe sonorità sono in perfetta sintonia con il mood della giornata. Quello che cambia è il ritmo della serata, si accelera e non di poco. Kyoo alla batteria ad ogni colpo spacca il rullante e si porta dietro tutti gli altri, trascinandoli in un vero e proprio Metal oblio.

SetList:

  1. Intro
  2. Entombed By Winter
  3. Solitude Ways
  4. Steal My Corpse
  5. No Way Out
  6. Disenheartenment

FORGOTTEN TOMB Lineup:

  • Ferdinando Marchisio – Voice/Guitar
  • Alessandro Comerio – Bass
  • Kyoo Nam Rossi – Drums

foto: Luna La Chimia

NOVEMBRE

Entrano in scena i Novembre subito acclamati da tutti i presenti. Le sonorità della band sono malinconiche e prendono possesso della mente di ogni partecipante. Carmelo alla voce, che sembra sempre più in sintonia con i compagni, essendo l’unico membro originale rimasto, sprigiona questa malinconia nella fantastica interpretazione di ogni pezzo, passando da linee vocali pulite per arrivare al growl e allo screaming. Giuseppe e Alessio alle chitarre creano un grande sound, potente e deciso. Fabio al basso e Carlo alla batteria sembrano gemelli, andando di pari passo per una sezione ritmica davvero devastante!!! Davvero bravi.

SetList:

  1. Australis
  2. Anaemia
  3. Annoluce
  4. Umana
  5. Nostalgiaplatz
  6. Ursa
  7. Bremen
  8. Onirica East
  9. Come Pierrot / Everasia
  10. Cold Blue Steel

NOVEMBRE Lineup:

  • Carmelo Orlando – Vocals
  • Giuseppe Ferilli – Guitar
  • Alessio Erriu – Guitar
  • Fabio Fraschini – Bass
  • Carlo Ferilli – Drums

foto: Luna La Chimia

TIAMAT (report ispirato da Pamela PiccoloMetalforce.it)

I Tiamat, pionieri del doom metal svedese, eseguono “Clouds” (1992) nella sua interezza e in più brani estratti dal loro successivo masterpiece “Wildhoney” (1994). Questa band è il punto di riferimento per la scena gothic metal, il sound degli svedesi è intenso e complesso, e accosta atmosfere melodiche ad altre più aggressive. Inizialmente buona prestazione di Johan Edlund che però diminuirà via via di qualità purtroppo, ma questo fantastico viaggio verso cui questa fantastica band ci proietta non si farà più docile. La sezione ritmica dei Tiamat, con Lars alla batteria e Per al basso, sarà impeccabile per tutta la durata dello show. Roger alla chitarra e Rikard alle tastiere si intrecciano che è una meraviglia e tutti insieme ci hanno fatto passare dalle arie pomposamente gotiche di “Forever Burning Flames” alla leggerezza con brani come “Kaleidoscope” e “Gaia”. Nel complesso una grande prestazione della band svedese!!!

SetList:

  1. In a Dream
  2. Clouds
  3. Smell of Incense
  4. A Caress of Stars
  5. The Sleeping Beauty
  6. Forever Burning Flames
  7. The Scapegoat
  8. Undressed
  9. Whatever That Hurts
  10. The Ar
  11. Visionaire
  12. Kaleidoscope
  13. Do You Dream of Me?
  14. Gaia

TIAMAT Lineup:

  • Johan Edlund – Vocals, guitar, keyboards, theremin
  • Roger Öjersson – Guitar, keyboards
  • Per Wiberg – Bass
  • Lars Sköld – Drums
  • Rikard Zander – Keyboards

foto: Luna La Chimia

CANDLEMASS (report ispirato da Pamela PiccoloMetalforce.it)

Arriva il momento che tutti aspettavano, godersi il ritorno dei Candlemass, con Johan Längqvist alla voce. La grande notizia del rientro in formazione del cantante originale dei Candlemass e dell’esecuzione di “Epicus Doomicus Metallicus” (1986) nella sua interezza ha fatto accorrere i fan da tutta Italia. La band è in ottima forma e il cavallo di battaglia “Crystal Ball” ne è la riprova. I Candlemass vogliono rendere immortale la serata tanto quanto “Epicus Doomicus Metallicus”. Suoni plumbei, cadenzati; cambi di tempo coinvolgenti, Mats e Lars con i loro assoli di chitarra e riff strepitosi; Per al basso e Jan alla batteria precisi e dinamici come pochi. In ogni brano la voce di Johan è ancora in grado di suscitare ben più che semplici emozioni. Cantata da tutti i presenti, “Solitude” è il doom metal per eccellenza, un brano degno di pathos che ci ha accompagnato alla fine dello show con l’unico episodio heavy in scaletta, “Dark Reflections”, potentissimo pezzo estratto da “Tales of Creation” che ha messo fine ad un indimenticabile concerto dei Candlemass.

SetList:

  1. Marche Funebre
  2. Crystal Ball
  3. Demons Gate
  4. Black Stone Wielder
  5. Under The Oak
  6. A Sorcerer’s Pledge
  7. Solitude
  8. Dark Reflections

CANDLEMASS Lineup:

  • Johan Längquist – Vocals
  • Mats “Mappe” Björkman – Guitars
  • Lars “Lasse” Johansson – Guitars
  • Per Wiberg – Bass
  • Jan Lindh – Drums

foto: Luna La Chimia


Share on

Current track
Title
Artist