Live Report: Ferro, Sangue e POWERWOLF

Written by on November 11, 2018

Share on

POWERWOLF + AMARANTHE + KISSIN’ DYNAMITE
live @ Live Music Club, Trezzo sull’Adda (Mi)
– mercoledì 7 novembre 2018 –

Live Report by Mike Bertoli

Gallerie fotografiche a cura di Luna La Chimia

Si ringrazia: Eagle BookingVertigo Hard SoundShining ProductionLive Music Club

 

Appena arrivati al Live Club si è subito sentita l’atmosfera delle grandi attese. Già un ora prima dell’apertura delle porte la fila era chilometrica, tutti in trepidazione. Si è subito visto che la serata sarebbe stata SOLD OUT o quasi, cosa non sempre facile in un ambiente grande come è il Live Club di Trezzo. Grande successo per questa serata organizzata da Eagle Booking, Shining Production e Vertigo Hard Sound. Ma dopo tanta paziente attesa, ici attende una enorme ricompensa…

KISSIN’ DYNAMITE

Ad aprire la serata ci sono i fantastici e super dinamici KISSIN’ DYNAMITE, band tedesca della Metal Blade Music, che propone un Hard Rock molto energico che da una grande carica a tutto il pubblico fin dall’inizio. È uno spettacolo vedere il Live Club strapieno fin dalla prima nota della prima band, cosa davvero rara. Hannes e compagni prendono la situazione di petto e iniziano a dominare il palco con il pezzo “I’ve Got the Fire”, che infuoca tutto lo straordinario pubblico che salta, canta e balla. Hannes è frontman purosangue, non si ferma un attimo e interagisce continuamente con il pubblico, contraccambiandolo con cori, canti e applausi. La performance continua con pezzi impetuosi come “Highlight Zone”, “Love Me, Hate Me” e “Waging War” dove Ande e Jim alle chitarre danno prova di essere dei veri campioni sulla sei corde, sfoggiando riff rocciosi e bellissime melodie, il tutto avvolto da soli di grande gusto. Andi alla batteria e Steffen al basso danno la giusta spinta ad ogni brano grazie al loro affiatamento che permette di avere una base ritmica davvero possente. Prima di chiudere il loro set, con “I Will Be King” e “Flying Colours”, Hannes annuncia che i KISSIN’ Dynamite saranno di nuovo in Italia, per una unica data del loro tour da headliner, il 10 Aprile 2019. Prestazione immensa e molto apprezzata da tutto il pubblico.

Setlist:

  1. I’ve Got the Fire
  2. Somebody’s Gotta Do It
  3. Highlight Zone
  4. Love Me, Hate Me
  5. Waging War
  6. You’re Not Alone
  7. I Will Be King
  8. Flying Colours

KISSIN’ DYNAMITE lineup:

  • Hannes Braun – Vocals
  • Ande Braun – Guitar
  • Jim Müller – Guitar
  • Andi Schnitzer – Drums
  • Steffen Haile – Bass

foto: Luna La Chimia

AMARANTHE

Arrivano gli AMARANTHE, formazione svedese capitanata dalla fantastica Elize Ryd con la sua bella voce chiara. Si inizia con “Maximize” brano di apertura del precedente album del 2016 “Maximalism”, ottimo per dare il via ad un bel set con brani tratti da tutti i loro album. Personalmente ho gradito molto i brani tratti dai primi due album, a mio avviso i migliori, “1.000.000 Lightyears”, “Hunger” e “Amaranthine” che danno il via alla baraonda vera e propria, che porta alla title tracks del nuovo album “Helix”, molto apprezzata dai più giovani. Elize dimostra di essere sempre in grande forma con la sua voce chiara e acuta, tenendo il pubblico sul palmo della mano senza problemi. Henrik allo scream e Nils alla voce fanno da contorno alla splendida cantante. Morten alla batteria e Johan al basso danno corpo ad una musica prevalentemente dominata da orchestrazioni e tastiere. Olof alla chitarra si destreggia bene tra riff e soli. La performance si conclude con la meravigliosa “The Nexus”.

Setlist:

  1. Maximize
  2. Digital World
  3. 365
  4. 1.000.000 Lightyears
  5. Hunger
  6. Amaranthine
  7. GG6
  8. Helix
  9. Drop Dead Cynical
  10. Call Out My Name
  11. The Nexus

AMARANTHE lineup:

  • Elize Ryd – Vocals
  • Henrik Englund – Screams
  • Nils Molin – Vocals
  • Olof Mörck – Guitars and keys
  • Morten Løwe Sørensen – Drums
  • Johan Andreassen – Bass

foto: Luna La Chimia

POWERWOLF

È il momento di assistere al grandissimo show della band più attesa della serata. Entrano in scena i POWERWOLF accompagnati dal surreale intro “Lupus Daemonis” e dagli ululati di tutto il Live Club che è in trepidazione e si scatena appena inizia “Fire and Forgive”, brano epico e devastante. Il pubblico canta ogni singola parola del pezzo e da il via al pogo, e andrà avanti così per tutto il set, lasciando a bocca aperta anche l’imperturbabile Attila, che da subito si complimenta con tutti e ringrazia. Senza indugi parte “Army of the Night”, massiccia e cupa, che porta avanti nel modo migliore la potenza scaricata con il primo brano. Ad Attila viene consegnato l’incensiere e tutti sanno che è il momento di “Incense & Iron”. I POWERWOLF sfoggiano un altro gran pezzo e arrivano le preghiere lupesche con  Amen & Attack. La scenografia di questa band è una delle più belle mai viste al Live Club. Già solo la coreografia con il trucco di ogni membro della band, che è curato in ogni minimo dettaglio, rende l’atmosfera particolarmente densa. È il turno di “Let There Be Night”, brano che precede due dei pezzi più amati dai fans che sono “Demons Are a Girl’s Best Friend” e “Killers With the Cross”. Arriva il momento del brano che però darà il via alla vera apoteosi. Attila e Falk organizzano il pubblico dicendo come e cosa dovremo fare e cantare durante la fantastica “Armata Strigoi”, e da qui in poi partono anche circle pit, pogo e ulteriori canti e cori. Con “Where the Wild Wolves Have Gone” si entra in una atmosfera veramente particolare. Su richiesta di Attila, si innalzano tutti i cellulari con le torce accese e con sorpresa di tutti i presenti alla fine del pezzo arriva anche una bella nevicata. L’accoppiata devastante di “All We Need Is Blood” e “We Drink Your Blood” stende definitivamente tutti. Due pezzi incredibili, pieni di grande carica emotiva e pura e vera potenza che trasmette adrenalina a fiamma facendo aumentare il pogo a centro platea. Il primo set si chiude con “Lupus Dei”. Nella pausa, prima dell’encore, guardando bene il pubblico si nota che la maggior parte del pubblico è fatto di giovanissimi, alcuni anche accompagnati dai genitori. Tutto il Live Club chiama a gran voce i POWERWOLF con cori e canti interminabili. La band rientra sopraffatta dall’affetto del pubblico italiano e ci devasta definitivamente con un trittico di brani eccezionali. La potentissima “Sanctified With Dynamite”, “Coleus Sanctus” e l’impetuosa “Werewolves of Armenia” che fa partire anche l’ultimo wall of death della serata. I POWERWOLF lasciano il palco sovrastati dalla standing ovation a loro tributata da ogni singola persona presente al Live Club!!!

Setlist:

  1. Lupus Daemonis / Fire and Forgive
  2. Army of the Night
  3. Incense & Iron
  4. Amen & Attack
  5. Let There Be Night
  6. Demons Are a Girl’s Best Friend
  7. Killers With the Cross
  8. Armata Strigoi
  9. Blessed & Possessed
  10. Where the Wild Wolves Have Gone
  11. Resurrection by Erection
  12. Stossgebet
  13. All We Need Is Blood
  14. We Drink Your Blood
  15. Lupus Dei
  16. Agnus Dei / Sanctified With Dynamite
  17. Coleus Sanctus
  18. Werewolves of Armenia

POWERWOLF lineup:

  • Attila Dorn – Vocals
  • Matthew Greywolf – Guitar
  • Charles Greywolf – Guitar
  • Falk Maria Schlegel – Organ
  • Roel van Helden – Drums

foto: Luna La Chimia


Share on

Current track
Title
Artist