LORDI – Aperto il portale verso l’inferno allo Zona Roveri

Written by on November 29, 2018

Share on

LORDI + SILVER DUST + DNR
live @ Zona Roveri, Bologna
– domenica 25 novembre 2018 –

Live Report by Mike Bertoli (Dj Mike)

Fotografie a cura di Salvatore Marando

Si ringrazia: Erocks Production – Zona Roveri Music Factory

È sempre un piacere arrivare allo Zona Roveri, dove si assiste sempre a grandi eventi Live. Questa sera sarà un vero spettacolo, con un orda di mostri che invaderanno il palco da qui a breve. Quella che vivremo stasera, sarà una serata indimenticabile, organizzata magistralmente da Erocks Production.

DNR

La prima band a calcare il palco dello Zona Roveri sono gli italiani DNR. I ragazzi propongono un Rock molto melodico che non fa molta presa sull’ancora esile pubblico presente in platea. In questa data fanno il loro esordio dal vivo il cantante Adam e il chitarrista Simo, che nonostante un pubblico molto ostico, se la cavano abbastanza bene. Per Kira al basso e Ash alla batteria è una serata di normale amministrazione, precisi e compatti, creano la base ritmica giusta per i riff di chitarra di Simo. Gruppo non valutabile a piano, in questa serata, visto le varie concomitanze di eventi, palco ristretto a causa della scenografia dei Lordi, prima esperienza Live di due membri, pubblico freddo. Da rivedere in una serata più adatta a loro!

SetList:

  1. Beyond This World
  2. Neverland
  3. Another World Falls Down
  4. When You Fall Apart
  5. Misleading Rose
  6. Break-out n’ Live
  7. Roller Coaster

DNR LineUp:

  • Adam – Vocals
  • Simo – Guitar
  • Kira – Bass
  • Ash – Drums

foto: Salvatore Marando

SILVER DUST

Arrivano i SILVER DUST e cambia subito tutta l’atmosfera, sia sul palco che nel pubblico. Adesso la platea si è riempita e le persone si fanno sentire fin da subito. Gli svizzeri hanno dalla loro parte una buonissima scenografia che li accompagna in un viaggio attraverso le loro oscure sonorità, costituite da luci prettamente rosse, costumi ben realizzati, la presenza di una bellissima ragazza bionda, ma posseduta da una presenza demoniaca e un grande specchio che ha la funzione di monitor, dove vengono proiettati i filmati che raccontano la storia che i SILVER DUST ci stanno raccontando. “Libera Me” apre la scaletta che vedrà impegnati i musicisti in vari set. Il pubblico viene completamente coinvolto nello spettacolo. Vero trascinatore della scena è il cantante chitarrista Lord Campbell, che con la sua massiccia presenza fisica domina il palco senza difficoltà. La sua voce è potente e molto profonda, apprezzatissima dai fans della band. Il set prosegue con brani tetri e oscuri, ma il pezzo che fa veramente capire la fantastica vena compositiva della band è “The Witches Dance”. Ottima prestazione di tutta la band, da rivedere in un tour da headliner per apprezzarla in tutte le sue enormi potenzialità!!!

SetList:

  1. Libera Me
  2. The Unknown Soldier
  3. House 21
  4. Forever
  5. Lord – Organiste Duo
  6. La La La La
  7. Bette Davis Eyes
  8. Witch Dance
  9. The Calling
  10. It’s Time + Percussions

SILVER DUST LineUp:

  • Lord Campbell – Vocals, guitars
  • Tiny Pistol – guitars, vocals
  • Kurghan – Bass
  • Magma – Drums

foto: Salvatore Marando

LORDI

Alle 23:00 precise prendono finalmente possesso del palco gli headliner, i LORDI. Prendono posizione uno alla volta durante l’intro che precede “Sexorcism”, title track dell’ultimo album uscito per AFM Records. La scenografia è mastodontica, un vero e proprio portale collegato con l’inferno, da dove entrano varie creature durante lo show, tra cui una donna-bestia posseduta, proprio durante il primo pezzo, fantasmi, ed è da li che Mr. Lordi entra ed esce per il cambio di scena. Qui il pubblico si scatena da subito e non si risparmia in applausi e cori per dare il benvenuto ai Mostri allo Zona Roveri!!! La performance dei finlandesi va avanti attraverso brani mitici, come “Missing Miss Charlene”, “Blood Red Sandman”, She’s a Demon” e “Rock Police” dove Mr. Lordi arriva sul palco con manganello, occhiali scuri e cappello da poliziotto!!! Tutta la band da il massimo e qualcuno, come il chitarrista Mr. Amen, va ben oltre, scendendo dal palco e camminando tra la gente con disinvoltura e arrivando alle spalle del sottoscritto, che essendo concentrato sulla scena Live e divertendomi, non mi ero accorto di niente. Battendomi qualche colpetto sulle spalle attira la mia attenzione e voltandomi rimango di sasso a trovarmelo davanti!!! Si prende anche il tempo, mentre sta suonando, di fare una foto con due miei amici (Roberto e Anna). Un MITO!!! Arriva poi il momento di “Who’s Your Daddy?”, brano che tutti cantano insieme alla band. Mr. Oz al basso, presenza devastante, si fa sentire alla grande con una prestazione eccezionale, come tutti gli altri. Mr. Mana, la leggenda del folklore scandinavo, la guida dei morti, alla batteria è un martello pneumatico che non da tregua. La Fantastica Ms. Hella alle tastiere è davvero indemoniata, fantastica. I LORDI chiudono la serata con “Devil is a Loser” e “Hardrock Hallelujah”, che tutta la platea canta come se non ci fosse un domani. Grande band, molto divertente da vedere Live. STREPITOSI.

SetList:

  1. Sexorcism
  2. Would You Love A Monsterman?
  3. Missing Miss Charlene
  4. Your Tongue’s Got The Cat
  5. Blood Red Sandman
  6. It Snows In Hell
  7. She’s A Demon
  8. Naked In My Cellar
  9. Rock Police
  10. Hug You Hardcore
  11. The Riff
  12. Who’s Your Daddy?
  13. Devil Is A Loser
  14. Hardrock Hallelujah

LORDI LineUp:

  • Mr. Lordi – Vocals
  • Mr. Amen – Guitars
  • Mr. Oz – Bass
  • Mr. Mana – Drums
  • Ms Hella – Keyboards

foto: Salvatore Marando


Share on

Current track
Title
Artist